logo pascoli bIstituto Comprensivo Pascoli-Giovinazzi - Castellaneta

Scuola dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado

Via Mazzini n. 25 74011 Castellaneta tel. 0998491143

    email taic860004@istruzione.it pec taic860004@pec.istruzione.it 

INCLUSIONE 

MODULISTICA ALLEGATA

2INCLUSIONE

La nostra scuola ha fornito, negli ultimi anni, percorsi inclusivi sempre piu' efficaci.

La scuola elabora annualmente il P.A.I. Il GLI d'Istituto vede coinvolti oltre ai rappresentanti della scuola (DS, referenti alunni H e alunni BES e DSA, funzioni strumentali) anche operatori della ASL e dei servizi sociali del territorio. Si articola nei GLI Operativi che vedono il coinvolgimento degli insegnanti di sostegno, dei docenti curricolari, dei genitori degli alunni interessati e/o di altre figure professionali che ruotano intorno al bambino. IL PEI viene condiviso con i docenti curricolari e con tutto il GLI Operativo; il PDP viene costantemente aggiornato e condiviso nei Consigli di classe, anche con la collaborazione di esperti, che seguono gli alunni con DSA.

La scuola realizza attivita' per favorire l'inclusione degli studenti con disabilità nel gruppo dei pari quali: progetti sportivi (vela, basket, piscina), musicali ed espressivi; in particolare quest'anno 2020/21 verrà sviluppato il progetto "PiantiAMO", destinato alla Primaria, quale ampliamento dell'offerta formativa approvato in sede di Collegio Docenti del 27/11/2020.

Il progetto "INCLUSIVAMENTE" offre invece la possibilità di supporto didattico agli alunni con disabilità durante le attività di particolari progetti quali i PON.

Il progetto "IMPARO E STO BENE A SCUOLA" che mira allo sviluppo della lingua italiana per favorire una maggiore integrazione degli alunni stranieri

Anche alcuni dei progetti PON del nostro istituto mirano al potenziamento dell'inclusività

Parte integrante dell'offerta formativa sono le  visite guidate e le uscite didattiche che danno a tutti gli alunni la possibilità di socializzare e superare differenze e limiti di ciascuno.

Recupero e potenziamento

PUNTI DI FORZA

Gli studenti che presentano maggiori difficoltà di apprendimento sono per la maggior parte quelli che provengono da fasce socio-economiche svantaggiate. Per questi la scuola attiva percorsi di ampliamento dell'offerta formativa come attività culturali, sportive e naturalistiche che motivano gli alunni alla frequenza e al successo scolastico.  L'Istituto attiva percorsi di potenziamento (gare, concorsi regionali e nazionali, PON, certificazioni linguistiche ed informatiche), che risultano efficaci tanto da ricevere un alto gradimento dell'utenza e rappresentare un elemento distintivo della scuola. Nella maggior parte delle classi diffuse sono le pratiche di interventi individualizzati: la guida ravvicinata, la semplificazione dei contenuti, l' uso di immagini e supporti didattici multimediali e non, sono mezzi utilizzati costantemente dai  docenti per garantire il successo formativo di ciascun alunno. Buono risulta il lavoro del GLI della scuola nelle azioni di coordinamento e supporto ai GLI Operativo. Un ruolo importante riveste la formazione intrapresa dal docente referente e da alcuni insegnanti di sostegno e di classe; utile è stato il corso di formazione "Dislessia amica" frequentato dal 25% dei docenti.

PUNTI DI DEBOLEZZA

Le carenze emotivo-affettive che gli alunni portano con sè dall'ambiente extrascolastico, incidono negativamente sull'apprendimento; la scuola è riuscita a coinvolgere le famiglie nel processo formativo degli alunni ma non in maniera completa. Il numero di alunni BES, in particolare con DSA, sta crescendo negli ultimi anni, sollecitando la maggiore attenzione della scuola che sta mettendo a punto processi di monitoraggio e intervento.

Solitamente, i percorsi  sui temi interculturali e di valorizzazione delle diversità si attivano in situazioni circoscritte con ricadute solo limitate alla classe di appartenenza dei singoli alunni stranieri. Si attinge alle risorse della scuola per attivare percorsi didattico-educativi specifici.

Processo di definizione dei Piani Educativi Individualizzati (PEI)

L’I. C.S. “Pascoli- Giovinazzi” istituisce il Gruppo di Lavoro per l’Inclusione ( GLI) al fine di realizzare appieno il diritto all’apprendimento per tutti gli alunni in situazione di difficoltà, come stabilito dalla D.M. 27 dicembre 2012 e dalla Legge 53/2003, attraverso la programmazione di un”Piano Annuale per l’Inclusione”. Gli studenti con BES sono valutati in base al PEI e al PDP. Il PEI può essere: - curricolare o globalmente riconducibile alla programmazione oppure totalmente differenziato. Per la stesura dei PDP, la scuola, con determinazioni assunte dai Consigli di classe, di sezione e di intersezione, risultanti dall’esame della documentazione clinica presentata dalle famiglie e sulla base di considerazioni di carattere psicopedagogico e didattico, si avvale degli strumenti compensativi e delle misure dispensative. I docenti si pongono obiettivi comuni per tutti i componenti del gruppo-classe, adattando le metodologie in funzione delle caratteristiche individuali degli alunni. L’azione formativa personalizzata deve porsi obiettivi diversi per ciascun discente. In particolare, il gruppo di lavoro, in base alla certificazione assunta, redige il P.E.I., il P. E. D. o un Piano Didattico Personalizzato. Tali piani vengono condivisi e sottoscritti dalla famiglia.
MODULISTICA SOSTEGNO 
 

PUBBLICITA' LEGALE

albosemplice800x200

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

amm trasp

ptof1

rav

pdm1

rendicontazione1

Piano Nazionale Scuola Digitale

pnsd300x110

Regolamento UE 679/2016

gdpr privacy

PON 2014-2020

Loghi PON 2014 2020 fse fesr corto

albo forn

comit valut s

scuolanext famiglie1

sindacale

didattica distanza1